È tempo d'uva - Sole 365

È tempo d’uva

Oggi per la rubrica “è tempo di”, vogliamo partire da un indizio.

Il frutto di cui parleremo oggi è molto gustoso e in epoca romana era persino il cibo preferito di una divinità molto famosa: Bacco. Siamo sicuri che avete capito subito di cosa si tratta. Ma dell’uva, ovviamente! 

Un’esplosione di sali minerali e proprietà benefiche per reni, pelle, intestino e chi più ne ha più ne metta. 

Ricca com’è di potassio, calcio, fosforo e vitamine, ha importanti proprietà antiossidanti che rigenerano la pelle e funzioni diuretiche utili per chi soffre di pesantezza o gonfiore addominale. Per non parlare della grande quantità d’acqua, perfetta per donare elasticità alla vescica e ridurre il rischio di contrarre cistiti o fastidiosi bruciori intimi.

Inoltre la buccia dell’uva, specialmente quella nera, sostiene il cuore e i vasi sanguigni, rendendo il sangue molto più fluido. 

Curiosità: Sapevate che i semi dell’uva proteggono il cervello dall’insorgere di malattie degenerative? Questo è possibile grazie ai flavonoidi, delle sostanze molto importanti che agiscono sulle funzioni cerebrali rendendole più stabili.

Come consumarla: come frutto fresco, nella macedonia o ridotta in succo.

Vi consigliamo di provarla anche con lo yogurt bianco. Il gusto vi conquisterà.

 

FONTE

Innaturale, Si possono mangiare i semi dell’uva?

Instagram